Profilo Life Cycle

 

Il profilo Life cycle è un programma d’investimento impostato sui comparti esistenti che, a scadenze predeterminate, trasferisce in maniera automatica la posizione maturata e i contributi futuri al comparto più adatto in funzione del tempo mancante alla data di pensionamento indicata dall’aderente al momento della scelta di tale profilo. In assenza di tale indicazione, sarà considerato come anno presunto di pensionamento quello previsto dalla normativa pro-tempore in vigore per il pensionamento di vecchiaia (*).

Finalità: Il profilo Life cycle  risponde alle esigenze di un aderente che, in maniera consapevole, indirizza il proprio risparmio previdenziale al comparto probabilisticamente coerente con gli anni restanti al pensionamento in base al seguente schema:

Anni mancanti al pensionamento Comparto d’investimento
Oltre 22 anni al pensionamento RUBINO azionario
Da 22 e fino a 12 anni al pensionamento SMERALDO bilanciato
Da 12 e fino a 6 anni al pensionamento 50% SMERALDO bilanciato e 50% GARANTITO
Da 6 anni al pensionamento GARANTITO

Orizzonte temporale: L’investimento è automaticamente adattato all’orizzonte temporale più adeguato agli anni mancanti al pensionamento.

Grado di rischio: Il grado di rischio è in relazione agli anni mancanti al pensionamento. Più lontana è questa data maggiore è il grado di rischio che l’aderente può sopportare. All’avvicinarsi del pensionamento il grado di rischio è automaticamente ridotto.

Per chi è adatto il profilo Life cycle: Il profilo Life cycle è adatto per l’iscritto che non ritiene di partecipare attivamente alle decisioni finanziarie relative alla scelta del comparto e si rende conto che l’età mancante al pensionamento è una variabile importante per le decisioni di investimento previdenziale. Per questo motivo, l’iscritto valuta che un modello automatico di adeguamento del profilo di investimento previdenziale risponda alle proprie necessità.

Nota bene: Soprattutto nei primi anni di attività lavorativa, l’iscritto che opta per il profilo Life cycle ritiene di non dover ricorrere a breve termine ad anticipazioni, riscatti parziali o uscire dal fondo.

 

(*) In particolare, si considerano gli anni mancanti alla maturazione dei requisiti minimi d’età previsti dalla normativa pro-tempore in vigore per il pensionamento di vecchiaia.